Monica Lozzi e il suo quinquennio di Presidenza al Municipio VII (Parte Seconda)

La Presidente Lozzi Municipio VII continua a riqualificare luoghi e riducendo lo spazio per i veicoli ed aumentando per i pedoni. La sua candidatura a Sindaco dovrebbe introdurre questi temi nel dibattito elettorale.” (Durante le elezioni comunali 2021)

🎤Questo pensiero l’ho trovato su “Diario romano“. 
Il problema, a mio parere, nasce dalla poca presenza di cittadini attivi. Bisogna coinvolgere di più le persone con associazioni culturali e politiche, che facciano da tramite tra le istituzioni e la comunità. REvoluzione Civica come si sta organizzando, state facendo incontri con le realtà territoriali?
R: REvoluzione civica nasce come lista civica. Per non disperdere il patrimonio umano e professionale che si è avvicinato a questa lista, ci siamo costituiti in associazione e presto organizzeremo un incontro per presentare il nostro nuovo progetto, che porterà avanti i temi che abbiamo presentato nel nostro programma elettorale, ma lo faremo come cittadini attivi. Credo fermamente nel fatto che la vera attività politica parta dai territori e dalle persone ed è per questo che noi continueremo ad impegnarci per migliorare la vivibilità dei nostri quartieri: pur non essendo parte delle istituzioni.

Micro Piazze – Riqualificazione Municipio VII – Roma

🎤 Tra le azioni principali del tuo mandato, c’è sicuramente la realizzazione dei luoghi di aggregazioni intergenerazionali: una volta, Via dei Levii, in zona Quadraro, da piazza anonima è diventata!?
R: La nostra idea è sempre stata quella di offrire, ad ogni quartiere, uno spazio di aggregazione per ricostruire quel senso di comunità, che in una città dispersiva come Roma, ormai si è perso. La piazza di via dei Levii nasce proprio con questo intento. Noi abbiamo riqualificato un’area degradata, adesso, sta all’attuale amministrazione e alle associazioni del territorio renderla viva attraverso l’organizzazione di eventi ludici e culturali, che siano di interesse per la cittadinanza.

Il “Progetto Rigeneriamo il Quadraro” è una misura messa in campo con proposte di ricreare micro piazze sotto la scuola Damiano Chiesamobilità dolce come una pista ciclabile in grado di raccordare il Parco degli Acquedotti col Parco di Tor Fiscale: senza togliere i parcheggi, razionalizzazione dei posti auto in via Sulpici e la pedonalizzazione di Via Cartagine

Piazza di via dei Levii: Spazio di aggregazione intergenerazionale – Mun VII

🎤Come siamo messi?
R: Durante il mio mandato, i lavori erano iniziati e procedevano spediti, abbiamo realizzato parte delle micro piazze previste e iniziato i lavori della ciclabile, ma a quanto pare l’attuale Presidente ha preferito bloccare il progetto e spostare i fondi altrove. Per noi, investire in uno dei quartieri storici del municipio, con un progetto che mettesse a sistema sicurezza stradale, mobilità sostenibile e realizzazione di spazi di aggregazione, è stato un obiettivo che ci siamo posti fin da subito e sul quale abbiamo puntato molto. Il perché, l’attuale Giunta non lo ritenga una priorità, non c’è dato sapere.

In prossimità dell’incrocio, tra via Opita Oppio e via Opimiani, è stata realizzata un’opera urbanistica, tanto attesa dai residenti: passando dai m. 11,76 di attraversamento, con auto parcheggiate in sosta selvaggia e sulle strisce; agli attuali m. 3,5, con allargamento del marciapiede e parapedonali

Parco degli Acquedotto e Torre di Fiscale – Mun VII, Roma

🎤Quanto ti rende soddisfatta di aver dato, in questi cinque anni, alla comunità del tuo municipio, tra i tanti servizi, uno, fra i più fondamentali, per l’incolumità dei pedoni?
R: Quest’opera fa parte, appunto, del progetto di rigenerazione urbana del quartiere quadraro, che mostra la nostra visione innovativa e coraggiosa della città. Il togliere spazio alle auto, per restituire i quartieri alle persone, pensando anche alla sicurezza di coloro che scelgono di muoversi in modo sostenibile, l’abbiamo sempre ritenuta l’unica direzione in cui potesse svilupparsi questa città. Sicuramente, i cambiamenti spaventano, non sempre le persone sono disposte a cambiare le proprie abitudini. Ma fare scelte, anche se impopolari, è una responsabilità che deve assumersi la politica, se vogliamo che le cose cambino realmente.

Piazza Castrolibero: “prima zona 5″(area a passo d’uomo)
Per i non residenti: Piazza Castrolibero è un’area che si trova tra Casal Morena e Campo Romano. Una volta era un parcheggio, ora,  una bellissima “Micro Piazza” con arredi di pregio, illuminazione notturna adeguata e colorazione della pavimentazione rossa nei marciapiede e dissuasori della sosta

🎤Sebbene il parcheggio sia stato ripristinato in maniera disciplinata, su via Seminara e sulle vie laterali, alcuni residenti si sono posti il dubbio se le regole della zona 5, anche in mancanza di autovelox fissi e della dissuasione al parcheggio selvaggio, riuscissero ad essere, poi, nei fatti, rispettate. Cosa rispondi loro?
R: Quest’opera ha valorizzato moltissimo quel quartiere e, oggi, quella piazza è molto vissuta dai cittadini. Come amministrazione abbiamo cercato di attuare tutte le misure possibili di mitigazione della velocità, anche perché ci troviamo in prossimità di una scuola. Ora, sta ai cittadini e al loro senso civico rispettare le regole. Gli autovelox sono uno strumento che può essere utilizzato in strade ad alto scorrimento, mentre, hanno poco senso nelle cosiddette zone “30” o, come in questo caso, zone “5”.

Piazza Castrolibero, riqualificazione – Mun VII – Roma

📌  Nuova Micro Piazza nel cuore dello Statuario: Piazza Rosarno che rinasce, come una fenice, dalle “ceneri” di un parcheggio. 
🎤Raccontaci della geniale idea delle caditoie che vengono monitorate, tramite dispositivi moderni, grazie ad una start up. Quando mi sono documentata di questo aspetto, ti confesso, di esserne rimasta veramente affascinata. (altro che giovani bamboccioni). Vai
R: Piazza Rosarno è l’esempio di come i nostri progetti non si limitano alla sola realizzazione dell’opera, ma contemplano anche la sua successiva manutenzione, sperimentando anche forme innovative di intervento. Nel caso specifico di Piazza Rosarno: il dispositivo utilizzato per le caditoie installate permette agli uffici di vedere da remoto quando, quelle specifiche caditoie, necessitano di manutenzione, permettendogli così di programmare gli interventi di pulizia.

Piazza Rosarno, riqualificazione – Mun VII – Roma

🎤La legalità e l’abbattimento delle 18 ville dei Casamonica.  
Me lo sono tenuto per ultimo, ( in questa seconda parte), perché è il tema dei temi. Raccontaci bene le competenze, il ruolo che ha avuto il Municipio e soprattutto ripristiniamo la verità in tutte le sue forme ed espressioni. Ti lascio carta bianca sul come affrontare il racconto…
R: Qualcuno potrebbe dire, come è stato detto, che sia stato fatto qualcosa di storico, di eroico…ma in realtà, senza sminuire il valore della nostra azione, abbiamo semplicemente fatto il nostro dovere. Quando si viene eletti, per ricoprire un ruolo di responsabilità, come quello di Presidente di un municipio di Roma, non si può scegliere cosa fare in base a cosa è meno rischioso per noi. La scelta deve essere fatta in base a ciò che è più giusto per i cittadini e per il territorio che amministri. Dovendosi occupare, come Municipio, della questione dell’abusivismo edilizio, in quanto di nostra specifica competenza, ci siamo trovati di fronte a migliaia di pratiche bloccate da anni e tra queste le più risalenti nel tempo erano proprio quelle relative agli abusi della famiglia Casamonica. Non ci siamo fatti intimidire dalla situazione e abbiamo ripreso in mano tutte le pratiche amministrative bloccate dagli anni ‘80, le abbiamo completate, abbiamo trovato i fondi per le eventuali demolizioni  d’ufficio e abbiamo portato a casa il risultato. Naturalmente trovandosi di fronte anche ad una questione di ordine pubblico, abbiamo dovuto chiedere ausilio al Prefetto. Il Comune di Roma è intervenuto solo in questo contesto, perché il Prefetto può essere attivato solo dal Sindaco ed è un atto dovuto e non scelto. Comunque, al di là di tutto, abbiamo ottenuto un risultato incredibile che non potrà mai essere smentito da nessuno.

Abbattimento ville abusive dei Casamonica – Mun VII – Roma

Approfondisci l’argomento con questi link:
📌I Video sui passaggi delle competenze:
https://fb.watch/gupGWtvhou/
https://fb.watch/gumhXDeVIG/

📌Video dell’abbattimento delle ville dei Casamonica: https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=pfbid02arkFm1VWfq6tUadqq9XdSBwqeChdaH4G24wzxR83DUSHE3KLHvT8RuWcrKGGr4Wol&id=447875951953350

📌Congratulazioni di Conte: https://www.facebook.com/447875951953350/posts/pfbid02csPAbTYpAiZoJJuue9Cgz4B97sBuWEs1cnEE96x96ee8H9sR3ZgAa4rw9vg5mKnFl/

Abusivismo edilizio – Complimenti dell’ ex Pres. del Consiglio,Giuseppe Conte

[CONTINUA…]


Articolo di Paola Riccardi


Leggi anche questo articolo

Per le vostre segnalazioni scriveteci a lazio@movimentoroosevelt.com – Movimento Roosevelt Lazio è il blog dei cittadini del Lazio. Indicateci fatti, problemiiniziative sul territorio. Vogliamo dar voce proprio a voi

Condividi

Iscriviti al Movimento Roosevelt

Condividi